Martedì, Settembre 26, 2017

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Per saperne di piu'

Approvo
Accedi

Accedi

I caratteri di Teofrasto di Ereso

Rivisitazione in chiave moderna

Vota questo articolo
(0 Voti)
  LA SBADATAGGINE La sbadataggine è lentezza di uno spirito che non sa cogliere le cose essenziali e una volta accadute se ne dimentica subito. Lo sbadato è quel tale che passa più di un’ora a fare calcoli e una volta ottenuta una somma se ne dimentica chiedendo a chi è con lui quale essa sia. Lo sbadato è colui che deve prendere l’aereo, ha acquistato il biglietto ma all’aeroporto, quando lo deve consegnare,non lo trova più e non riesce…

I caratteri di Teofrasto di Ereso

Rivisitazione in chiave moderna

Vota questo articolo
(0 Voti)
  LA SPACCONERIA Lo spaccone dice che esce tutte le sere a cena, poi passi sotto casa sua, una modesta abitazione in periferia della città, e lo vedi mangiare seduto al tavolino in plastica, sul balconcino. Provi pena. Lo spaccone è quel tipo che vuole a tutti i costi fare colpo. Essendo carente di personalità e di talenti, capendo in fondo che in lui brillano poche virtù, tende ad inventarsi situazioni che non gli appartengono per rendersi più interessante agli…

Un commissario, una storia - Omicidio in via Plinio

Una fredda domenica di febbraio

  • Numero: 132
  • Mercoledì, 02 Dicembre 2015 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
    Era la fine del mese di febbraio del 1984, quasi 31 anni fa. Una freddissima serata dove la neve la faceva da padrona. Le strade solitarie, le persone di fretta alla ricerca del caldo delle loro case, il traffico ridotto, solo il rumore dei bus con le catene da neve, così come le rade autovetture. Era Domenica e finalmente ero riuscito a riposare una mezza giornata. Mi accingevo a cenare. Ma purtroppo la vita di un investigatore, fuori…

Inchiostro simpatico - Una vigilia alternativa

Il vento e la tempesta

  • Numero: 132
  • Mercoledì, 02 Dicembre 2015 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Certe situazioni della vita talvolta sono a tal punto radicate e ferme e ripetitive che, anche se le detestiamo, non ci sfiora nemmeno l'idea che possano modificarsi o finire, e all'improvviso non far più parte del nostro esistere. La presenza dei suoceri in casa di Gorizia Maria Gallina, per esempio, era data per certa sino alla loro morte. Morte cui non di rado la nuora Gorizia pensava come a una liberazione. Eppure la casa in cui viveva l'intera famiglia era…

La cruna del lago - Una notte di Natale di tanti anni fa...

  • Numero: 132
  • Mercoledì, 02 Dicembre 2015 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
  La notte di Natale è magica. Accadono storie che sembrano favole. Forse vere o forse inventate. Eccone una avvenuta, o forse no, tanti, tanti, anni fa. La guerra è finita da pochi anni. Ponte Chiasso, estremo lembo d’Italia, terra di frontiera e di confronto con Chiasso, prima città svizzera, tenta di scuotersi dal torpore fisico e morale di un periodo tristissimo. Di qua della dogana odi e risentimenti faticano a placarsi, prevale tuttavia il desiderio di dimenticare e di…

U. Renzi - Torino

Il chiosco-orinatoio "Tipo Como", in pietra artificiale a due posti, della Soc. An. Umberto Renzi

Vota questo articolo
(0 Voti)
Non posso nascondere una certa nostalgia per i cessi di antica foggia: la vetusta graniglia di quel piccolo tempietto orinatoio grato al passante di non vaste capacità: vescicali, occupa ancora i ricordi dell'uomo che ha varcato la sessantina e che invano cerca attorno, ospite d’una città inospitale, dove compiere la propria onesta funzione fisiologica. II tratto meno rischiarato del viale lo accoglieva come un vecchio un po’ sporco e sconveniente, ma alla cui saggezza ed esperienza bisogna talvolta fare appello.…

Un commissario, una storia - Una mediazione ante litteram

Vota questo articolo
(0 Voti)
Purtroppo i miei scritti incominciano sempre con “tanti anni fa”. D'altronde, racconto un'epoca, forse datata, che ricorda appunto anni passati; un'epoca diversa da questa, dove tante volte le cose di quel tempo vengono chiamate con appellativi diversi mentre la sostanza rimane sempre la stessa. Un recente episodio mi ha richiamato alla mente circostanze di molti anni fa che sembrano equivalere, nella sostanza, a normative “moderne”, con attori diversi e procedure diverse. Recentemente il mio condominio è stato citato, unitamente all'amministratore,…

Inchiostro simpatico - Le tre sorelle

Tina, Titti e Tulipan

  • Numero: 131
  • Lunedì, 30 Novembre 2015 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
“Notiziona dell’ultima ora. Sei pronta, Martina? “Tutta orecchie, Ilario mio.” “Bene. La mamma mi ha trovato un lavoro”. “Che brava. E che lavoro è?” “Ah, avresti dovuto vederla la mamma, tutta gongolante di orgoglio. Da sola, senza santi in paradiso, come dice lei, pur essendo vedova e senza maschi che in certo senso la possono proteggere, è stata capace di trovarmi il lavoro”. “Brava. Ma che lavoro?” “Mamma si è ricordata di un suo compagno di scuola e a lui…

La cruna del lago - Una bella favola, vera davvero

  • Numero: 131
  • Lunedì, 30 Novembre 2015 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
L’amicizia è un sentimento prezioso. Fortunato chi “trova” un amico perché “trova” un tesoro, ancora più fortunato chi “ritrova” un amico perché “ritrova” emozioni impreziosite dalla saggezza del tempo. Giancarlo è un amico ritrovato, un amico degli anni in cui si portavano i pantaloni alla zuava e il giovedì era giorno di vacanza. Giancarlo era mio compagno di classe e di giochi ed in più aveva una sorellina deliziosa, Franca, di cui tutti eravamo innamorati. Riscoperta l’antica amicizia , arresi,…

Un commissario, una storia - "Ruote" e bambini

Storie di rifiuto e abbandono

Vota questo articolo
(0 Voti)
  Tante volte i ricordi vengono stimolati da una lettura, da una notizia fugace e molto spesso dalla cronaca quotidiana. Negli ultimi mesi, purtroppo, la cronaca si è occupata frequentemente del ritrovamento di bimbi, anche di pochi giorni, se non appena nati, abbandonati, nella maggior parte dei casi, in malo modo. Lasciati in un cassonetto della spazzatura o in una busta di plastica, con metodiche marcatamente criminali. Spesso la vita di questi neonati è messa a rischio, nel disinteresse di…

Inchiostro simpatico - Italian style

La favola italiana

  • Numero: 128
  • Mercoledì, 15 Luglio 2015 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
  “Ottima scelta” “Prego?” “Dicevo ottima scelta, il gelato di fragola, dello stesso colore del vestito” “Ah, beh, grazie” “Complimenti per l’abbinamento” “Grazie” “Pensavo che il mio bicchiere di latte e menta non stonerebbe, sul tavolino. Come colore” “Che ingegnoso modo di attaccare bottone” “Insomma, comunque l’importante è che sia efficace. Lo è? Mi chiamo Teo, non disturbo?” “Io sono Laura, nessun disturbo” “Che bel nome tipico italiano” “Il nome sarà italiano, ma io sono americana del Texas” “Americana. Del…

Ricerca per Numero

Ultimo numero: 143

Numero

Categoria

Accesso Abbonati

COMMENTI

SPONSOR