Domenica, Aprile 30, 2017

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Per saperne di piu'

Approvo
Accedi

Accedi

Chi non danza ignora ciò che accade

Nella storia... in punta di piedi

Vota questo articolo
(0 Voti)
  La danza rappresenta da sempre un mezzo attraverso il quale esprimersi. È un dialogo muto, silenzioso e, forse proprio per questo, forte. Più forte delle parole. La danza, intesa come arte, ha vissuto una grandissima trasformazione dal punto di vista della tecnica e dell’interpretazione. È sempre stata presente, fin dai popoli più antichi: le tribù primitive, prima di sviluppare l’arte della parola, si sono espresse attraverso la danza. Vi ricorrevano per celebrare avvenimenti di diverso tipo, di carattere sia…

La nascita delle stagioni

Il mito di Demetra e Persefone

  • Numero: 134
  • Venerdì, 04 Marzo 2016 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
  Alla domanda: "Perché la natura muore ogni inverno e rinasce a primavera?" gli antichi greci rispondevano raccontando il mito di Demetra e Persefone (Proserpina per i romani), quest’ultima sposa di Ade e quindi dea minore degli Inferi. Secondo il mito principale, nei 6 mesi dell'anno (Autunno ed Inverno) che passava nel regno dei morti Persefone svolgeva la stessa funzione del suo consorte, cioè regina dell'oltretomba; negli altri 6 mesi (Primavera ed Estate) andava sulla Terra da sua madre Demetra,…

Persefone

Variazioni sul mito

  • Numero: 134
  • Venerdì, 04 Marzo 2016 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
      PERSEFONE a cura di Roberto Deidier Marsilio Editore – 208 pagine – € 8,50     Una fanciulla di stirpe divina, figlia di Zeus e Demetra, gioca tra i fiori nei verdi prati di Enna. All'improvviso si spalanca la terra e un essere sconosciuto emerge da ignoti recessi: è il fratello di Zeus, anch'esso un dio, ma dio degli inferi cui è toccato in sorte di regnare sui morti, confinato nelle tenebre eterne. È la favola della…

Marzo pazzerello

Guarda il sole e prendi l'ombrello

Vota questo articolo
(0 Voti)
Qual è il significato di un mese? La suddivisione dell'anno in questi dodici intervalli di tempo è conosciuta dalla maggior parte delle culture e consacrata nella sua forma standard dal calendario gregoriano (prende il nome da papa Gregorio XIII, che lo introdusse nel 1582 con la bolla Inter gravissimas). In questo terzo intervallo del 2016 ricordiamo che per il mondo romano, da cui quasi tutta la nostra società deriva, marzo significava l'inizio del nuovo anno, fra l'altro per puri motivi…

La primavera e il risveglio della terra

“Andà a smarz” e “chiamare l’erba”, da Sorico sino alla Valtellina

  • Numero: 134
  • Martedì, 01 Marzo 2016 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Da sempre il cambio delle stagioni è stato accompagnato da ritualità che gli uomini hanno praticato nella speranza di avere un buon raccolto e una vita ricca e tranquilla, seppur di duro lavoro. L’arrivo della primavera, in particolare, era considerato il ritorno alla vita attiva grazie al rinnovato ciclo produttivo della terra. Il momento magico era considerato l’equinozio, il 21 marzo, celebrazione della sacralità della nascita. In questo momento, in cui la terra si trova in un punto equidistante dal…

Primavere inquiete a Como

Amministrazioni incerte e campagne militari

Vota questo articolo
(0 Voti)
DAGLI SFORZA AI FRANCESI Per oltre vent'anni, a Como, la primavera fu un periodo d'inquietudine, paura e sofferenza. Dal 1499 al 1525 cambiò sette amministrazioni, che si susseguirono dopo battaglie, incursioni e trattati. Cinque governi furono stranieri e comportarono gravose contribuzioni, sequestri, confische o, peggio ancora, stupri, distruzioni e uccisioni. Di solito le campagne militari incominciavano di primavera. Tutto ha inizio quando il duca di Milano, Lodovico Sforza, detto il Moro, chiama contro gli Aragonesi di Napoli il re di…

Bello da mangiare

Il cibo come forma simbolica nell'arte

  • Numero: 120
  • Lunedì, 08 Febbraio 2016 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
BELLO DA MANGIARE IL CIBO COME FORMA SIMBOLICA NELL'ARTE di Ave Appiano Meltemi Editore - 144 pagine - € 15.00 A questo mondo tutti mangiamo e abbiamo la sensazione di appetito allo stomaco (è legge di natura!), ma solamente un numero ridotto di noi possiede un animo artistico o avverte, per la contemplazione di un quadro, il medesimo trasporto sentito di fronte ad un piatto di pastasciutta. Proprio da questo concetto – il divario esistente fra le percezioni artistiche e…

Gastronomia religiosa a Como

Le agapi medievalli

Vota questo articolo
(0 Voti)
CIBO E RELIGIONE Senza cibo l'Uomo muore. La ricerca e la somministrazione di alimenti è il problema fondamentale per tutte le società. Da qui, la ritualità, con cui ogni aggregazione umana ha rivestito il mangiare. Il consumo di vivande è la trasformazione del cibo in energia vitale. Peraltro, la scelta degli alimenti condiziona la salute dell'individuo. Il mangiare è una pratica quotidiana necessaria al nutrimento, ma spesso è il ritmo familiare dell'aggregazione. Un cibo particolarmente sontuoso, poi, è il crisma…

Legionari comensi nell'esercito romano

Un viaggio tra le lapidi di duemila anni fa

  • Numero: 120
  • Lunedì, 08 Febbraio 2016 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
LEGIONI MODERNE E LEGIONI STORICHE   Parlare oggi di legionari vuol dire andare con il pensiero ai volontari che partecipavano ad imprese di guerra senza averne l’obbligo imposto dalle istituzioni. Legionari, anche comaschi, ebbero, prima del secondo conflitto mondiale, la guerra d’Africa e la guerra di Spagna. Legionari registrò anche l’impresa dannunziana di Fiume. Scorrendo le pagine della storia del secolo scorso, legionari e legioni si rinvengono anche nell’apparato retorico del ventennio fascista essendo organizzata in legioni la Milizia Volontaria…

La freccia di Cupido

Come cambia l'amore: teorie psicologiche

  • Numero: 133
  • Venerdì, 29 Gennaio 2016 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
LA FRECCIA DI CUPIDO COME CAMBIA L'AMORE: TEORIE PSICOLOGICHE di Robert J. Sternberg Erickson - 240 pagine - € 19.00   Come e perché ci si innamora? Perché l'amore cambia nel tempo, talvolta consolidando la relazione e altre invece determinandone la fine? Quanti tipi di amore ci sono e, soprattutto, quali sono quelli destinati ad avere fortuna e a durare di più? In questo libro Robert Sternberg, celebre studioso dell'intelligenza e del pensiero umano, presenta un'approfondita analisi delle relazioni e…

Cuore, bombe, pugnale

Le cartoline degli Arditi dalla Prima Guerra Mondiale agli anni Trenta

  • Numero: 133
  • Venerdì, 29 Gennaio 2016 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
    CUORE, BOMBE, PUGNALE LE CARTOLINE DEGLI ARDITI DALLA PRIMA GUERRA MONDIALE AGLI ANNI TRENTA di Edi Casagrande e Nicola Gabriele  Itinera Progetti - 236 pagine - € 30.00   Una raccolta senza eguali di ben 216 cartoline che intrecciano storie di uomini e epopee di guerra del gruppo degli Arditi che si distinse nello scenario bellico della Grande Guerra nei Reparti d’assalto e si costituì quale fenomeno associazionistico di reduci nel Dopoguerra. Divise in otto capitoli, in base al soggetto delle…

Ricerca per Numero

Ultimo numero: 143

Numero

Categoria

Accesso Abbonati

COMMENTI

SPONSOR